CuriositàGli stereotipi sono etichette che distruggono le relazioni sociali e affettive

07/05/2019 - 18h

Il termine stereotipo deriva dagli stereotipi e dagli errori tipografici greci, che si riferisce alla "solida impressione", e nella nostra lingua ha il significato di un'impressione su caratteristiche come comportamento, abbigliamento, cultura, stile di vita, ecc., sono generalizzazioni fatte sulla base di aspetti fisici o comportamentali.

Dal punto di vista della psicologia sociale, gli stereotipi possono essere ricercati sotto diversi aspetti che vanno dalla loro formazione alla manifestazione collettiva, che modellano la nostra esistenza sociale.

Quindi, gli stereotipi sono la combinazione di credenze e sentimenti che generano ostilità, rappresentazioni stereotipate sono elementi della nostra rancido socio-culturale, che influenzano in senso peggiorativo atteggiamenti di certi individui e gruppi.

Guardando il mondo attraverso obiettivi stereotipati e anti-intellettualismo, i soggetti mostrano che non credono più nell'essere umano e rifiutano persone o gruppi diversi, affermando le loro idee preconcette e "stupide".

Le persone autoritarie tendono a vedere e sentire il mondo in questo modo, perché hanno avuto un'educazione che ha trasmesso questi pregiudizi come normali, essendo ostili a coloro che non accettano classificazioni rigide.

Quindi la concezione degli stereotipi è legata al fatto che i pregiudizi sono introdotti nelle menti di bambini e adolescenti.

Pertanto, l'educazione alla cittadinanza, a scuola e in famiglia è fondamentale, perché mira a contribuire alla formazione di persone responsabili e solidali, che conoscono ed esercitano i loro diritti e doveri nel dialogo e nel rispetto degli altri, con riferimento a decostruzione di stereotipi, che sono etichette che distruggono relazioni sociali e affettive.

Se questo articolo ti è piaciuto, lascia un commento e condividilo con i tuoi amici!

Tags
emozionisentimentipensieristereotipipregiudizi
Loading...